LE DUE VERITA’ al Teatro Araldo, domenica 30 marzo alle 21

L’importanza di concedersi un dubbio

Dodici giurati devono decidere il destino di una ragazza di sedici anni, accusata dell’omicidio del padre. In caso di verdetto di colpevolezza la condanna sarà alla sedia elettrica. Al voto preliminare, molti giurati sono persuasi che l’imputata sia colpevole; qualcuno invece crede che la vita della giovane valga almeno una discussione. Il dibattito il peso di un pregiudizio che ha radici profonde in questi uomini e queste donne, cittadini “rispettabili” ma umanamente confusi.

C’è chi è conquistato dal valore del dubbio e l’abbraccia nell’istante in cui lo incontra, ma c’è anche chi fatica a separarsi dalle proprie certezze, che spesso sono l’unico punto fermo di un’intera vita. E anche quando la giuria prende una decisione, quella che è davvero la “Verità” rimane sepolta nel cuore dell’unica persona che la conosce per intero, e che non è mai completamente quella che sembra.

 

Questa sera gli attori del nascente “Gruppo Teatrale Proscenio” scopriranno l’emozione del debutto in una vera e propria rassegna teatrale, nel cartellone di Prosa del Teatro Araldo. Un appuntamento da non perdere… anche perché qui si chiuderà la piccola turnée di un saggio di fine anno che ha avuto davvero una gran fortuna. Se non avete visto prima “le due verità”, questa sarà probabilmente l’ultima occasione per vederlo!

 

info e prenotazioni   011.207.58.59  –  biglietteria@teatroaraldo.it

http://teatroaraldo.wix.com/araldo2#!le-due-verit/cmqw

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: