Il gioco dell’amore e del caso

Di Pierre de Marivaux

Regia di Alessandro Marino


Capolavoro del drammaturgo francese Pierre Carlet de Chamblain de Marivaux (1688-1763), “il gioco dell’amore e del caso” è una pièce agile e raffinata, scritta nel 1729, che fonda il proprio intreccio su un doppio scambio di ruoli.

Per conoscersi sotto mentite spoglie, due promessi sposi si cambiano d’abito coi loro rispettivi servitori: nasce così un gioco speculare, ricco di equivoci comici e prove d’amore. Per i signori, costretti a giocare la parte del servo, è il momento di dissimulare la propria nobiltà interiore ed esteriore: operazione complicata perché il simile riconosce subito il proprio simile, e i due ragazzi di buona famiglia si trovano a lottare contro tutte le convenzioni sociali decidendo di “amare” una persona che (così credono!) non sarebbe degna della loro condizione. Tuttavia la prova è difficile anche per i servi che si atteggiano a gran signori e si scoprono allettati dalla possibilità di “accalappiare” un buon partito: i due finti signori si attardano così in goffe galanterie, della cui comicità sono gli ultimi ad accorgersi. Alla fine le maschere cadranno riportando tutto alla normalità, ripristinando l’ordine naturale delle cose.


Annunci
Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: