IL CANTO DI NATALE: nel segno della tradizione e del ricordo, con tanti nomi nuovi

“Cominciamo questa storia dall’inizio. Il signor Marley, prima di tutto, era morto e su questo non c’era alcun dubbio.

Il registro mortuario portava le firme del prete, dell’appaltatore delle pompe funebri e Scrooge vi aveva apposto la sua: e il nome di Scrooge, su qualunque fogliaccio fosse scritto, valeva oro.

Lasciatemelo dunque ripetere solennemente: Marley era morto, esattamente la vigilia di Natale. Dovete credermi, altrimenti nulla di meraviglioso potrà scaturire dai fatti meravigliosi che sto per narrarvi.

Sapeva il signor Ebenezer Scrooge di questa morte? Certo. Come avrebbe fatto a non saperlo? Era il suo unico esecutore testamentario, unico amministratore, unico procuratore, unico legatario universale, unico amico.

Il signor Scrooge non si lasciò abbattere dal triste evento: continuò a essere un eccellente uomo d’affari e fece un vantaggioso contratto il giorno stesso del funerale. Per mandare avanti l’ufficio assunse uno scrivano, Bob Cratchit.

Ebenezer Scrooge è un uomo duro come una pietra e solitario come un’ostrica. Il freddo che ha dentro gli gela il viso ed è come se riuscisse a farlo sentire anche a chi gli sta intorno. Nel suo ufficio si muore sempre di freddo…”

 

 

Dov’eravamo rimasti?

A cinque anni dall’ultima replica, i Saltapasti tornano in scena con lo spettacolo “Il Canto di Natale”, ispirato alla novella di Charles Dickens.  Un testo a cui siamo particolarmente legati, non solo per la bellezza della storia e la profondità del messaggio, ma anche perché è stato grazie al Canto di Natale che la compagnia ha iniziato a scoprire la sua dimensione e il suo orientamento.

Lo riportiamo in scena nell’adattamento che avevamo curato, con un cast di attori di ogni età, impegnato a far rivivere l’intensità, le storie e i valori trasmessi dalla più celebre e tradizionale opera dedicata al Natale. Lo riportiamo in scena per una piccola tournée natalizia che speriamo apprezzerete.

Molti nuovi nomi calcheranno le scene insieme a noi.

Diamo il benvenuto a (preparatevi, la lista è lunga) a:

Alberto Cabodi, Mimma Caserta, Carolina Cocito, Antonella Moretto, Roberta Moscuzza, Matteo Munno, Matteo Rabagliati, Bruno Restivo, Andrea Ridolfi, Chiara e Francesca Scali, Marcella Unia, Pierfrancesco Verra, tutti provenienti dai nostri laboratori di recitazione

Paola Belloni, Elisa Borca, Luca Catarinella, Samuele Contu, Marco Serafini che portano la loro esperienza teatrale in quest’avventura insieme a noi, la prima di una lunga serie

i giovanissimi (o quasi) al debutto (o quasi) sul palcoscenico: Enrico Atzeni, Pietro Bonelli, Maia Mazzucco, Nicole Moscuzza, Giacomo Tosco

Oltre ai nostri attori che già conoscete: Cecilia Agapito, Elisa Albicenti, Matteo Bizzotto, Luca Buggio, Alice Driusso, Antonello Panero, Sara Alessandra Sottile, Valentina Vetrò, Fabio Zappitelli

 

Questo spettacolo, in tutte le sue repliche, è dedicato alla memoria di una persona a noi carissima, un attore che ha dato tanto al nostro gruppo, che amava molto il Canto di Natale e che voleva bene (ricambiato) a tutti i Saltapasti.

Sappiamo che ci sarà anche lui a vederci, appena al di là della parete, e a fare il tifo per noi.

Ci manchi, Lauder

corsi di recitazione 2015 – 2016: inizia il conto alla rovescia!

Ormai manca davvero poco all’inizio dei nostri nuovi laboratori.

Ecco un riepilogo di tutto quello che c’è da sapere.

 

COSA E QUANDO

(1) laboratorio di dizione e lettura espressiva.

per migliorare l’eloquio e ripulirlo dalla parlata regionale.

tutti i lunedì, dal 12 ottobre a fine febbraio 2016, dalle 19.30 alle 21.

 

(2) “PALCOSCENICO”, laboratorio di recitazione – 1 anno

rivolto a tutti, senza limiti di esperienze e di età, mira da una parte a trasmettere le conoscenze di base necessarie ad avvicinarsi al magico mondo della recitazione (dizione, respirazione, improvvisazione), dall’altra a instaurare un clima sereno e piacevole, indispensabile per essere a proprio agio, con se stessi, gli insegnanti e gli altri allievi, dunque aiutando questi ultimi ad esprimersi al meglio.

tutti i lunedì, dal 12 ottobre 2015 al a fine maggio 2016, dalle 21 alle 23

 

(3) “SIPARIO”, laboratorio di recitazione – 2 anno

rivolto agli allievi del laboratorio “Sipario” iniziato lo scorso anno, ma anche a chi desidera inserirsi nel gruppo avendo già un po’ di esperienza di recitazione. Verranno affrontate materie più specifiche (lettura interpretativa, studio del personaggio, espressione corporea), ma sempre con un occhio al buon clima e allo spirito di gruppo.

tutti i mercoledì, dal 14 ottobre 2015  a fine maggio 2016, dalle 21 alle 23

 

 

 

 

DOVE

Saremo sempre ospiti della Cascina Roccafranca, in via Rubino angolo via Gaidano a Torino (in zona Motorvillage di corso Orbassano, per intenderci)

http://www.cascinaroccafranca.it/index.php?option=com_content&view=article&id=47&Itemid=59

 

QUANTO

il costo di tutti i laboratori è di 30 € al mese, più 10 € di iscrizione annuale, da versare al primo pagamento.

LA PRIMA LEZIONE DI PROVA E’ GRATUITA!

 

 

Infine, un invito: venite a conoscerci giovedì 8 ottobre, alle 20.30, nel salone della Cascina Roccafranca.

Avrete la possibilità di assistere allo spettacolo dei nostri allievi, e di fare due chiacchiere con noi.

 

“I COLORI DELL’AMORE” alla Cascina Roccafranca, giovedì 8 ottobre alle 21

In occasione della ripresa della stagione teatrale e dei corsi di formazione alla Cascina Roccafranca, siamo lieti di presentare gli allievi del laboratorio “Sipario” con lo spettacolo “I Colori dell’Amore”

L’amore è un trait d’union per molte commedie e tragedie: a volte per nobili motivi, a volte con malizia e perfidia, a volte solo per divertimento. Quello che è certo è che c’è sempre, sulla scena come nella vita, qualcuno che ne gode e qualcuno ne fa le spese.

 

In questa carrellata di storia del teatro classico cominceremo con una commedia di Aristofane, dove a fare la parte del leone sono le donne, decise a far finire la guerra dei loro uomini in maniera molto originale. Continueremo con Shakespeare, in cui scopriremo il potere di una sana “tamarraggine” per conquistare una donna un po’ troppo ritrosa, e poi con i toni leggeri di Goldoni, dove l’amore per se stesse e per le belle cose ha sul rapporto tra due amiche effetti devastanti. Sarà il turno di Molière, in un brano dove a farla da padrone è l’amor “litigarello”, poi di Oscar Wilde, in una favola dark che insegna come il vero amore supera anche i confini di una vita mortale.

Si torna ai toni leggeri della commedia di inizio novecento, con ben due brani. Maurice Hennequin ci farà scoprire la gioia di vivere della belle epoque, con toni “piccanti” che il linguaggio dell’epoca non può che rendere comici, al giorno d’oggi. Eugene Labiche ci introdurrà invece a un altro tipo d’amore, quello per la burla, e ci mostrerà un furbo servetto che si prende gioco del padrone utilizzando le arti… occulte!

Si chiuderà con Pirandello, un estratto tutt’altro che divertente ma su un tema purtroppo ben reale. Perché a teatro è bello divertirsi, va bene. Ma ogni tanto, riflettere un po’ non fa certo male.

Venite a dare un bel sostegno ai nostri allievi, siamo sicuri che vi sorprenderanno!

vi aspettiamo nel salone grande della Cascina Roccafranca,

GIOVEDI 8 OTTOBRE ALLE 21

per un’ora e mezza in allegria. INGRESSO LIBERO, OFFERTA FACOLTATIVA.

Non mancate!

 

SPERIMENTA alla Cascina Roccafranca, sabato 26 alle ore 15: laboratori gratis con i Saltapasti

Un evento pensato e organizzato dalla Cascina Roccafranca per dare la possibilità di conoscere l ampia offerta formativa di attività e corsi per il tempo libero, per sviluppare e scoprire nuovi interessi, per conoscere e incontrare altre persone, per sentirsi vivi e attivi.
In questo spazio ci saremo anche noi della compagnia dei Saltapasti, SABATO 26 ALLE ORE 15, con una lezione di prova GRATUITA dei nostri laboratori di recitazione.
Venite a conoscerci, e a conoscere la magnifica realtà della cascina roccafranca.

Ecco il programma completo della manifestazione.

Programma SPERIMENTA

arrivederci alla prossima stagione… e Natale è già alle porte!

Così si chiude anche la stagione 2014-2015.

Quattro allestimenti andati in scena (“Camere da letto” e “il gioco dell’amore e del caso” con la compagnia, “i colori dell’amore” e “il gabbiano” con i due gruppi di allievi), nuove competenze sviluppate, nuove forze entrate in compagnia.

Grazie a tutti coloro che si sono impegnati per portare in giro il nome dei Saltapasti!

Si chiude dunque la stagione, ma gli occhi sono già puntati su quella a venire. A settembre e ottobre replicheremo i saggi, mentre a Natale torneremo in scena, su richiesta, con un nostro cavallo di battaglia: “Il canto di Natale” di Charles Dickens. Sarà un ritorno al passato, ma con un occhio al futuro, visto che porteremo in scena moltissime nuove leve. Come sempre, dunque, restate in contatto con le nostre iniziative, che ne vedrete delle belle!

 

una preziosa giornata di formazione… con Simona Gonella

Sabato 4 luglio i Saltapasti hanno avuto l’opportunità di incontrare in un workshop Simona Gonella, regista e formatrice teatrale in prestigiose accademie di recitazione, come la Paolo Grassi di Milano e la RADA di Londra.

L’incontro, organizzato in due sessioni, ha affrontato le tematiche del confronto tra regista e tecnici (luci, audio, costumi, scenografie) nella preparazione di un nuovo allestimento, nonché dell’incontro iniziale di compagnia in vista sempre della preparazione di un nuovo spettacolo. Sono stati analizzati e discussi alcuni strumenti di lavoro utili (al regista, agli attori, ai tecnici) per avere un approccio al lavoro serio, organico e sistematico.

Un grazie di cuore alla bravissima e gentilissima Simona, che ci ha tenuti incollati alle sedie per due sessioni da quattro ore di fila trasmettendoci tanti strumenti e tanti spunti preziosissimi.

 

ebbene sì… è capitato…

… per la prima volta nella storia della compagnia, siamo stati costretti a venire meno a un nostro impegno. Con il teatro che ci aveva ingaggiati, con l’organizzazione della rassegna che ci aveva scelti, con il pubblico che sarebbe voluto venire a vederci. Il fatto che sia stato per una causa di forza maggiore non ci consola.

Non possiamo fare altro che chiedervi scusa, e promettervi che faremo il massimo per farci perdonare questo incidente di percorso.

“IL GABBIANO” al Teatro San Paolo, domenica 14 giugno alle 20.45

E dopo un anno di giochi, esercizi e prove, è giunto il momento di salire sul palco anche per gli allievi del secondo anno di laboratorio di recitazione, “Chi è di scena?”.

I chiediscenini si esibiranno in un classico di Anton Cechov, “il gabbiano”, un dramma borghese ambientato nella Russia di fine ottocento. Un cast di personaggi di attualissima umanità rende questo dramma dell’esistenza quanto mai intenso ed emozionante.

 

 

vi aspettiamo al teatro San Paolo di Cascine Vica, per un’ora e mezza da non perdere.

 

“I COLORI DELL’AMORE” al Teatro San Paolo, domenica 7 giugno alle 21

Dopo un anno di giochi e risate, ma anche timori affrontati alla scoperta di un nuovo mondo, per gli allievi del laboratorio SIPARIO è arrivato il momento di affrontare il palco.

 

L’amore è un trait d’union per molte commedie e tragedie: a volte per nobili motivi, a volte con malizia e perfidia, a volte solo per divertimento. Quello che è certo è che c’è sempre, sulla scena come nella vita, qualcuno che ne gode e qualcuno ne fa le spese.

 

In questa carrellata di storia del teatro classico cominceremo con una commedia di Aristofane, dove a fare la parte del leone sono le donne, decise a far finire la guerra dei loro uomini in maniera molto originale. Continueremo con Shakespeare, in cui scopriremo il potere di una sana “tamarraggine” per conquistare una donna un po’ troppo ritrosa, e poi con i toni leggeri di Goldoni, dove l’amore per se stesse e per le belle cose ha sul rapporto tra due amiche effetti devastanti. Sarà il turno di Molière, in un brano dove a farla da padrone è l’amor “litigarello”, poi di Oscar Wilde, in una favola dark che insegna come il vero amore supera anche i confini di una vita mortale.

Si torna ai toni leggeri della commedia di inizio novecento, con ben due brani. Maurice Hennequin ci farà scoprire la gioia di vivere della belle epoque, con toni “piccanti” che il linguaggio dell’epoca non può che rendere comici, al giorno d’oggi. Eugene Labiche ci introdurrà invece a un altro tipo d’amore, quello per la burla, e ci mostrerà un furbo servetto che si prende gioco del padrone utilizzando le arti… occulte!

Si chiuderà con Pirandello, un estratto tutt’altro che divertente ma su un tema purtroppo ben reale. Perché a teatro è bello divertirsi, va bene. Ma ogni tanto, riflettere un po’ non fa certo male.

Venite a dare un bel sostegno ai nostri allievi, siamo sicuri che vi sorprenderanno!

vi aspettiamo al teatro San Paolo di Cascine Vica, via Berton 1, alle ore 21
per prenotazioni: segreteria@saltapasti.com

 

CAMERE DA LETTO, al cinema teatro Gobetti di San Mauro Torinese, giovedì 4 giugno ore 21.00

Nell’ultimo post, per promuovere la replica di sabato 31 maggio al CPG, si era detto che sarebbe stato il penultimo appuntamento della stagione.

Ebbene, ecco l’ultimo. Almeno per quanto riguarda la Compagnia dei Saltapasti, dal momento che nelle prossime settimane si continuerà con i saggi dei laboratori di teatro.

Per la prima volta ospiti della rassegna teatrale del Cinema Teatro Gobetti di San Mauro Torinese, organizzata dall’Anna Cuculo Group, giovedì 4 giugno saremo di nuovo in scena con la commedia “Camere da Letto” di Alan Aykbourn, un divertente spaccato di vita coniugale visto da otto punti di vista diversi e… un po’ particolari.

Delia ed Ernest, Jan e Nick, Kate e Malcolm e naturalmente Susannah e Trevor vi aspettano nelle rispettive camere da letto, per raccontarvi le loro disavventure di una notte davvero fuori dal comune.

L’appuntamento è in via Martiri della Libertà 17 a San Mauro Torinese. Come sempre alle ore 21.

 

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito