“Figura Umana”, al teatro San Luca, domenica 11 giugno alle ore 21

la compagnia dei Saltapasti è lieta di invitarvi al saggio del laboratorio di recitazione “Palcoscenico”.
“Figura Umana” ha per sottotitolo “l’attore è spettatore di se stesso”: si tratta di una sequenza di resoconti, estratti da monologhi famosi, in cui l’attore esplora a fondo le sfaccettature dell’animo umano.

vi aspettiamo al teatro San Luca di via Negarville 19, domenica 11 giugno alle ore 21.

“I colori dell’amore e dell’inganno”, Teatro San Luca, domenica 11 giugno alle ore 17:00

La Compagnia dei Saltapasti è lieta di invitarvi al saggio di fine anno degli allievi del laboratorio di recitazione Luci di Scena, dal titolo “I Colori dell’Amore e dell’Inganno”
L’Amore e l’Inganno sono due trait d’union per molte commedie e tragedie: a volte per nobili motivi, a volte con malizia e perfidia, a volte solo per divertimento. Quello che è certo è che c’è sempre, sulla scena come nella vita, qualcuno che ne gode e qualcuno ne fa le spese.

Vi aspettiamo al teatro San Luca di via Negarville 19, domenica 11 giugno alle ore 17!

“Viaggio di una MBA”, al teatro S.Luca, il 9 giugno alle 19:30

La Compagnia dei Saltapasti è lieta di invitarvi al saggio di fine anno dei giovanissimi allievi del laboratorio di recitazione “Piccoli Teatranti”, che si esibirà in una divertente favola dallo strano titolo: “Viaggio di una MBA”. Tutto sembra più chiaro quando si scopre che MBA sta per Maga della Bontà Assoluta. Ma per essere certi di avere capito tutto, vi invitiamo a venirci a vedere e a dare sostegno ai Piccoli Teatranti.

Questa produzione segna anche il debutto alla regia della nuova coppia di insegnanti: Elisa Albicenti e Matteo Bizzotto.

Vi aspettiamo al teatro San Luca di via Negarville 19, venerdì 9 giugno alle ore 19:30!

vi presentiamo i nostri nuovi scenografi

Il making of “La guerra di Troia non si farà” ha dato l’avvio a una collaborazione tra la Compagnia dei Saltapasti e il liceo artistico Cottini. Gli allievi del laboratorio di scenografia potranno infatti mettere la loro creatività e le tecniche imparate a scuola in un progetto reale, portato sul campo. A partire dalla progettazione, continuando con la realizzazione e finendo con il montaggio e lo smontaggio delle scene a teatro.

I risultati sono davvero sotto gli occhi di tutti.

Cogliamo dunque l’occasione per presentarvi il nostro nuovo team di scenografi: Alessia Ferro, Giulia Rinaudi, Eleonora Dezzani, Maggie Marseglia, Francesca Vergnano, Stefano Maiandi, Agnese Borgialli, Martina D’Antoni… magistralmente guidati dalla professoressa Nadia Cervellera.

A loro i nostri complimenti… e il nostro grazie.

Scrivere è un mestiere pericoloso… e recitare?

Ebbene sì, i Saltapasti tornano a riproporre il connubio teatro-narrativa, animando la presentazione di un romanzo.

Ci troverete alla Biblioteca di Santena, giovedì 27 aprile alle 21, nell’ambito dell’iniziativa “Lettura che avventura”, insieme alla scrittrice Alice Basso e al suo libro: “scrivere è un mestiere pericoloso”. Gli attori della compagnia interpreteranno alcuni estratti del romanzo, nei panni dei personaggi.

Venite a scoprirci!

LA GUERRA DI TROIA NON SI FARA’, al teatro Matteotti, 21 aprile 2017 alle ore 21

“La guerra di Troia non si farà, Cassandra. Quando giungeranno gli inviati dei Greci li riceveremo come si deve. Metteremo la loro adorata Elena in un bel pacchetto, e gliela restituiremo.”

“La guerra si farà, Andromaca. Riceveremo gli ambasciatori tra offese e ingiurie, non restituiremo Elena e la guerra di Troia si farà”.

Ecco, finalmente, la nostra nuova produzione al debutto.

Capolavoro del drammaturgo francese Jean Giraudoux (1882 – 1994), “la guerra di Troia non si farà” allude a un momento cruciale della storia d’Europa. Diplomatico di carriera, ferito due volte durante la I guerra mondiale, Giraudoux visse un’epoca che vide l’istituzione della Società delle Nazioni, ma anche l’affermarsi del fascismo e del nazismo.
Scritta e rappresentata per la prima volta nel 1935, l’opera rivisita il mito della Guerra di Troia mettendo in luce le meschinità umane e i conflitti di interessi che si nascondono dietro le dichiarazioni ufficiali e le cosiddette “ragioni di stato”. Motore essenziale dell’opera sono i dialoghi tra i personaggi, sullo sfondo di una città minacciata da una guerra imminente, scaturita da un futile pretesto come il rapimento di una donna. “La guerra di Troia non si farà” presenta il contrasto antitetico fra fautori della guerra vista come portatrice di coraggio e di illusioni epiche, e sostenitori della pace attraverso l’idealizzazione delle migliori virtù del genere umano.

Ingresso 8 €

info e prenotazioni: 0116403700 / teatro.matteotti@musicateatro.eu
www.teatromatteotti.com

NIENTE DA DICHIARARE?, al teatro Alfa, 10 marzo 2017 alle ore 21

“Se alla fine dei tre giorni, non sarete diventato marito di vostra moglie, chiediamo il divorzio!”
“Il divorzio?”
“Se alla scadenza del terzo giorno non avete fatto progressi, vi saluto! E ottenuto il divorzio, daremo la mano di Paulette a La Baule, un bravo ragazzo che adora Paulette, e che abbiamo avuto il torto di non preferire a voi”.

Torna in scena il divertentissimo vaudeville di Maurice Hennequin, “Niente da Dichiarare?”, rappresentato dal gruppo teatrale Quintastorta, compagnia nata dai nostri laboratori di recitazione.

La storia, ambientata nella Parigi di inizio novecento, è un susseguirsi di equivoci, situazioni divertenti e personaggi al limite dell’improbabile. Il tema piccante, che forse divertiva e scandalizzava i nostri bisnonni, è raccontato con frivola eleganza e con un linguaggio d’altri tempi, che ne rendono la visione adatta e gradevole anche a un pubblico di famiglie.

vi aspettiamo al Teatro Alfa, venerdì 10 marzo alle ore 21.

Per info e prenotazioni

prenotazioni@alfateatro.it

334-26.17.947

I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE, al teatro Monterosa, 26 dicembre 2016 alle ore 16.00

La Compagnia dei Saltapasti presenta:
“I Vestiti Nuovi dell’Imperatore”, tratto dall’omonima favola di Hans Christian Andersen, racconta la vicenda di un vanitoso e arrogante Imperatore, dedito unicamente ai festeggiamenti, al proprio guardaroba e allo sperpero di denaro. Incurante del popolo e della povertà di cui è causa, riceverà una lezione appropriata da due imbroglioni, che tenteranno di convincerlo dell’esistenza di un abito, visibile soltanto a chi è in possesso di un’intelligenza superiore ed è degno della carica che ricopre. L’orgoglio e la superbia porteranno l’Imperatore ad accettare una sfida nei confronti di se stesso e del proprio potere, dando vita a un effetto domino catastrofico, con un finale decisamente imbarazzante e difficile da dimenticare.

 

 

 

I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE, in scena per le scuole al teatro Monterosa, 20 dicembre 2016 alle ore 10.00

La Compagnia dei Saltapasti presenta:
“I Vestiti Nuovi dell’Imperatore”, tratto dall’omonima favola di Hans Christian Andersen, racconta la vicenda di un vanitoso e arrogante Imperatore, dedito unicamente ai festeggiamenti, al proprio guardaroba e allo sperpero di denaro. Incurante del popolo e della povertà di cui è causa, riceverà una lezione appropriata da due imbroglioni, che tenteranno di convincerlo dell’esistenza di un abito, visibile soltanto a chi è in possesso di un’intelligenza superiore ed è degno della carica che ricopre. L’orgoglio e la superbia porteranno l’Imperatore ad accettare una sfida nei confronti di se stesso e del proprio potere, dando vita a un effetto domino catastrofico, con un finale decisamente imbarazzante e difficile da dimenticare.

 

I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE, in scena per le scuole al teatro Gobetti di S.Mauro, 15 dicembre 2016 alle ore 10.00

La Compagnia dei Saltapasti presenta:
“I Vestiti Nuovi dell’Imperatore”, tratto dall’omonima favola di Hans Christian Andersen, racconta la vicenda di un vanitoso e arrogante Imperatore, dedito unicamente ai festeggiamenti, al proprio guardaroba e allo sperpero di denaro. Incurante del popolo e della povertà di cui è causa, riceverà una lezione appropriata da due imbroglioni, che tenteranno di convincerlo dell’esistenza di un abito, visibile soltanto a chi è in possesso di un’intelligenza superiore ed è degno della carica che ricopre. L’orgoglio e la superbia porteranno l’Imperatore ad accettare una sfida nei confronti di se stesso e del proprio potere, dando vita a un effetto domino catastrofico, con un finale decisamente imbarazzante e difficile da dimenticare.

 

 

 

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito