IL CANTO DI NATALE: nel segno della tradizione e del ricordo, con tanti nomi nuovi

“Cominciamo questa storia dall’inizio. Il signor Marley, prima di tutto, era morto e su questo non c’era alcun dubbio.

Il registro mortuario portava le firme del prete, dell’appaltatore delle pompe funebri e Scrooge vi aveva apposto la sua: e il nome di Scrooge, su qualunque fogliaccio fosse scritto, valeva oro.

Lasciatemelo dunque ripetere solennemente: Marley era morto, esattamente la vigilia di Natale. Dovete credermi, altrimenti nulla di meraviglioso potrà scaturire dai fatti meravigliosi che sto per narrarvi.

Sapeva il signor Ebenezer Scrooge di questa morte? Certo. Come avrebbe fatto a non saperlo? Era il suo unico esecutore testamentario, unico amministratore, unico procuratore, unico legatario universale, unico amico.

Il signor Scrooge non si lasciò abbattere dal triste evento: continuò a essere un eccellente uomo d’affari e fece un vantaggioso contratto il giorno stesso del funerale. Per mandare avanti l’ufficio assunse uno scrivano, Bob Cratchit.

Ebenezer Scrooge è un uomo duro come una pietra e solitario come un’ostrica. Il freddo che ha dentro gli gela il viso ed è come se riuscisse a farlo sentire anche a chi gli sta intorno. Nel suo ufficio si muore sempre di freddo…”

 

 

Dov’eravamo rimasti?

A cinque anni dall’ultima replica, i Saltapasti tornano in scena con lo spettacolo “Il Canto di Natale”, ispirato alla novella di Charles Dickens.  Un testo a cui siamo particolarmente legati, non solo per la bellezza della storia e la profondità del messaggio, ma anche perché è stato grazie al Canto di Natale che la compagnia ha iniziato a scoprire la sua dimensione e il suo orientamento.

Lo riportiamo in scena nell’adattamento che avevamo curato, con un cast di attori di ogni età, impegnato a far rivivere l’intensità, le storie e i valori trasmessi dalla più celebre e tradizionale opera dedicata al Natale. Lo riportiamo in scena per una piccola tournée natalizia che speriamo apprezzerete.

Molti nuovi nomi calcheranno le scene insieme a noi.

Diamo il benvenuto a (preparatevi, la lista è lunga) a:

Alberto Cabodi, Mimma Caserta, Carolina Cocito, Antonella Moretto, Roberta Moscuzza, Matteo Munno, Matteo Rabagliati, Bruno Restivo, Andrea Ridolfi, Chiara e Francesca Scali, Marcella Unia, Pierfrancesco Verra, tutti provenienti dai nostri laboratori di recitazione

Paola Belloni, Elisa Borca, Luca Catarinella, Samuele Contu, Marco Serafini che portano la loro esperienza teatrale in quest’avventura insieme a noi, la prima di una lunga serie

i giovanissimi (o quasi) al debutto (o quasi) sul palcoscenico: Enrico Atzeni, Pietro Bonelli, Maia Mazzucco, Nicole Moscuzza, Giacomo Tosco

Oltre ai nostri attori che già conoscete: Cecilia Agapito, Elisa Albicenti, Matteo Bizzotto, Luca Buggio, Alice Driusso, Antonello Panero, Sara Alessandra Sottile, Valentina Vetrò, Fabio Zappitelli

 

Questo spettacolo, in tutte le sue repliche, è dedicato alla memoria di una persona a noi carissima, un attore che ha dato tanto al nostro gruppo, che amava molto il Canto di Natale e che voleva bene (ricambiato) a tutti i Saltapasti.

Sappiamo che ci sarà anche lui a vederci, appena al di là della parete, e a fare il tifo per noi.

Ci manchi, Lauder

2 pensieri riguardo “IL CANTO DI NATALE: nel segno della tradizione e del ricordo, con tanti nomi nuovi

  1. Spero sia solo l’inizio di una grande e bella storia di vita all’ombra della passione per il recitare e tutto quello che ci gira intorno!!! Grazie per avermi accolto tra voi!!! 😉

    "Mi piace"

Rispondi a Antonello Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: